Sono tipici del paesaggio del Salento e della tradizione dei contadini. Durante tutto il ‘900 la mattina presto intere famiglie si riversavano nelle campagne per raccogliere i capperi, uno ad uno, dalle piante cespugliose e basse. Negli anni 70 Racale era tra i paesi leader nella produzione del cappero.
Oggi purtroppo sono sempre meno i contadini che confluiscono i capperi nella nostra azienda agricola. Quando arrivano qui i capperi vengono lavati, depicciolati e maturati sotto sale per 3-4 mesi. Vengono poi asciugati dell’acqua in eccesso e miscelati con sale marino secco delle saline di Margherita di Savoia, quindi invasati al naturale.
Il “cappero di Racale” è un frutto profumato e unico. Può essere abbinato a insalate verdi o di patate, pesce, carne stufata con vino bianco, pasta alla pizzaiola. Noi le usiamo per preparare le “pittule” (bocconcini di pasta di pane fritti) con pomodori capperi e acciughe.

I CONTADINI Capperi di Racale sotto sale 75gr

€ 6,20Prezzo